L’accordo tra RAC e Assurant esteso fino al 2024

19/09/18

RAC e Assurant (NYSE: AIZ), fornitore globale di soluzioni di gestione del rischio, hanno annunciato oggi di aver esteso il loro accordo per la gestione del marchio RAC per i concessionari auto nel Regno Unito fino ad almeno il 2024.

L’accordo comprende una gamma di prodotti di garanzia a marchio RAC e altri prodotti assicurativi per i concessionari, nonché per la rete di concessionari RAC, compresi gli autorizzati RAC.

Le due organizzazioni lavorano insieme dal 2008, quando l’accordo originale è stato firmato da The Warranty Group, acquisita da Assurant nel maggio 2018.

Dave Hobday, CEO di RAC, ha detto: “Questa è stata una partnership di grande successo. La rete di concessionari RAC conta attualmente più di 1.300 associati, tra cui 333 concessionari autorizzati, il che la rende la più grande rete di questo tipo nel settore automobilistico”.

“Il nostro accordo è stato prorogato di altri tre anni dalla data di scadenza originaria del 2021, segno della nostra fiducia in Assurant, del riconoscimento di tutto ciò che i nostri team hanno raggiunto lavorando insieme e del nostro sostegno sulla direzione presa nel portare il marchio nei prossimi anni”.

“È importante sottolineare che riteniamo che Assurant comprenda appieno il marchio RAC. Per noi, si tratta di produrre prodotti e servizi che mettano veramente il cliente al primo posto. Ci affidiamo a loro come custodi del brand RAC nel mondo dei concessionari”.

Rich Green, Presidente della divisione Automotive di Assurant per l’Europa, ha aggiunto: “Siamo molto lieti di firmare questa estensione dell’accordo, che ci permette di mettere in atto i nostri piani di sviluppo a lungo termine per il settore”.

“RAC è al centro di ciò che facciamo nello spazio dei concessionari. C’è stata una crescita percentuale a doppio digit del fatturato in ciascuno degli ultimi cinque anni e abbiamo creato una proposta invidiabile che ha visto centinaia di concessionari adottare i prodotti RAC negli anni”.

“In un settore in cui i principali fornitori di garanzie hanno poca visibilità a livello di marchio, i concessionari comprendono non solo il valore dei nostri prodotti leader di mercato, ma riconoscono anche l’enorme fiducia dei consumatori che viene generata dall’essere identificati con il brand RAC”.

“Uno sforzo sostanziale è stato fatto per assicurarci che la proposta fornita ai concessionari e ai clienti sia di altissima qualità, riflesso dei valori del marchio RAC. Per esempio, solo quest’anno abbiamo pagato sinistri per oltre 9 milioni di sterline, una cifra sostanziale”.

“È importante sottolineare che abbiamo anche lavorato duramente per sviluppare proposte nuove e innovative che soddisfino le sempre più crescenti esigenze del mercato dell’usato.

I nostri 333 concessionari autorizzati RAC, ad esempio, hanno incrementato il loro business  dal lancio avvenuto cinque anni fa, fino a diventare la più grande rete non ufficiale di auto usate del paese”.

Rich ha aggiunto che alcuni sforzi mirati hanno garantito una copertura completa dei concessionari del Regno Unito, con agenti in tutto il paese.

“Abbiamo esperti sul campo ovunque, che possono aiutare i concessionari a gestire le richieste o a trovare il modo migliore per massimizzare le vendite. Crediamo che fornire questo tipo di supporto sia assolutamente essenziale e commisurato ai valori del marchio RAC”.

Assurant e  RAC stanno espandendo il loro business non solo nei concessionari indipendenti, la loro tradizionale area di forza, ma anche negli autosaloni e nei principali gruppi di concessionari in franchising, ha detto Rich.

“Abbiamo una maggiore presenza negli autosaloni rispetto a qualsiasi altro fornitore assicurativo e stiamo ampliando la nostra presenza nello spazio dei concessionari in franchising, dove c’è una crescente consapevolezza di come il marchio RAC possa essere utilizzato insieme al nome del produttore. Si tratta di un’area di grande interesse per il nostro sviluppo futuro”.

Abbiamo aggiornato la nostra Informativa sulla privacy e sui cookie. Leggere attentamente questi aggiornamenti. Per ulteriori informazioni fare clic qui Informativa sulla Privacy | Avviso sui cookie